NOVITA' 2012: questo sito è ottimizzato anche per smartphone e tablet!

Blog di filatelia, servizi postali e comunicazione scritta: dove discutere e commentare "fuori dai dentelli" fatti, personaggi e novità

Comunicati stampa, Eventi, Mostre e fiere

Portalettere, telegrafista, centralinista: la presenza femminile nelle poste di tutti i tempi

| 0 commenti

Il Museo storico della Comunicazione del Ministero dello sviluppo economico (qui il sito web) ospita, dall’8 gennaio all’8 marzo 2013 presso la sede di Viale Europa, una mostra sul temaTracce di donna: lavoratrici muse ispiratrici“, dedicata alla presenza femminile nella storia delle telecomunicazioni.

L’inaugurazione, che avrà luogo il 18 dicembre 2012 alle ore 11.00 presso la sede del Museo all’Eur, sarà aperta al pubblico solo su prenotazione.

Attraverso una visita guidata si potrà seguire un percorso che rappresenta la donna nelle fotografie, nei quadri e sculture allegoriche, a testimonianza della presenza/assenza femminile nella lunga storia delle telecomunicazioni.

La donna è lavoratrice, tra le prime impiegate nell’amministrazione del Regno d’Italia : portalettere, telegrafista e centralinista. È ispiratrice di importanti scoperte, Elettra figlia di G. Marconi, è musa allegorica nelle sculture e nei quadri. È rappresentata nei bozzetti dei francobolli, come serie tematica o momento commemorativo della sua eccellenza in vari campi“, si legge nella presentazione della Mostra.

L’assenza di figure femminili tra i pesanti macchinari delle prime meccanizzazioni della posta, del telegrafo e telefono, intende suggerire al visitatore il ricordo del grande sforzo per l’emancipazione della donna in ambito lavorativo. I gessi bianchi invitano a restituire una memoria evocativa di un’immagine che sia non solo estetica, ma anche realtà funzionale al contesto del continuum narrativo che segna la storia della comunicazione tra gli esseri umani“.

Ricordiamo che il Museo storico della Comunicazione (quello che fino a non molti anni fa si chiamava Museo Storico PT e attualmente è guidato dal Dott. Renzo Romoli) è aperto al pubblico solo su prenotazione nei giorni feriali dalle h .9.00 alle h.13.00 (con esclusione del sabato) telefonando ai numeri: (+39) 06.5444.2045 – 3000 oppure inviando un fax al numero (+39) 06.5422.1673. I gruppi sono ammessi fino ad un massimo di 20 persone. Le visite didattiche sono possibili, sempre previa prenotazione telefonica o via mail, con la presenza del personale docente.

 

La locandina della mostra in programma al Museo Storico della Comunicazione a Roma

Lascia un commento

Required fields are marked *.