NOVITA' 2012: questo sito è ottimizzato anche per smartphone e tablet!

Blog di filatelia, servizi postali e comunicazione scritta: dove discutere e commentare "fuori dai dentelli" fatti, personaggi e novità

Cosa ne penso?

Una raccomandata… nella cassetta delle lettere

| 1 commento

In realtà, la storiella che vi racconto, riguarda non una ma due raccomandate!

Una storia molto breve, ma che la dice lunga sullo stato di degrado in cui versa il servizio postale “pubblico” in alcune regioni, province e comuni italiani.

Ecco cosa mi è accaduto nell’ultimo mese: ho trovato ben due raccomandate (oggetti particolarmente importanti che Poste Italiane chiama “invii a firma” oppure anche “posta descritta”, insieme ad Assicurate, Atti Giudiziari e la nuova Raccomandata 1) nella cassetta della lettere.Chi conosce bene la normativa sa che non si tratta di semplici corrispondenze ma di invii molto particolari per i quali, appunto, è necessaria la “firma” del destinatario affinchè la consegna possa ritenersi andata a buon fine! In buona sostanza, il postino può consegnarmi una raccomandata solo se metto una bella firmetta sul modulo in suo possesso. E se non volessi firmare? Niente raccomandata! E se per caso non fossi in casa? Semplice: il signor postino deve lasciare nella buca delle lettere una cartolina con su scritto “Avviso di giacenza”. In tal caso la mia raccomandata torna indietro, verso l’Ufficio postale, ed è qui che dovrò recarmi, con l’avviso di cui sopra, per ritirare la mia corrispondenza. Ah dimenticavo: solo dopo aver lasciato la mia firma, anche se non al postino ma direttamente allo sportello.

E allora se le cose stanno così (e stanno così) che ci facevano queste due raccomandate a me indirizzate in altrettante buche postali (ad uso mio personale e della mia azienda)?

Poichè non ho firmato nulla per ottenere i due plichi, che firma c’è attualmente sui documenti ufficiali di Poste?

E poi il quesito finale: trattandosi di corrispondenze importanti (e di valore, dato che una delle due – raccomandata internazionale, addirittura – proveniva dall’UFN della Città del Vaticano e conteneva francobolli) ma lasciate in una buca incustodita chiunque avrebbe potuto sottrarla, rubandone il contenuto!

Questa volta m’è andata bene, e i plichi sono entrati in mio possesso. Ma c’è qualcosa che non va, non credete?

 

One Comment

  1. Ciao mi chiamo Agostino, anche io qualche tempo fa ho avuto un problema simile al tuo con una racomadnata delle poste di San Marino. Risolverlo è molto semplice. Prendi i numeri di codice delle due raccomandate ti rechi all’ufficio postale nel quale viene smistata la posta e chiedi di parlare con il capo turno dei postini. Gli esponi il problema e gli chiedi se ti mostra le firme apposte sulle distinte delle raccomandate del postino della tua zona. Lui ha tutto nel computer te le mostra in un attimo e quindi tu lo informi che quelle non sono le tue firme e diffidi verbalmente Poste Italiane a che ciò si ripeta. A quel punto il postino riceverà dal suo datore di lavoro un richiamo che al prossimo errore si potrebbe trasformare in licenziamento. Verdrai come ti cambiano le cose. Ciao

Lascia un commento

Required fields are marked *.